Il gioco simbolico - il bagnetto


Chi l'ha detto che le bambole sono "roba da femmine"?
Come già accennato in un altro post dove parlavo di cucine fai da te (qui) odio i giochi di genere o meglio quegli stereotipi che girano intorno ai bambini ed al loro modo di giocare.
Chi l'ha detto che per una bambina non sia indicato giocare con le macchinine e le navicelle spaziali o che un bambino non debba avere una bambola da accudire? "Roba" vecchia e superata come il grammofono della mia bisnonna, così per rendere l'idea! 
E così, il mio Checco è ben munito di tutti quegli accessori che verrebbero considerati "female gender" come cucina, casa delle bambole, bambolotti.
Così, tra un'infornata di pizza ed un "restyle alla doll's house" in puro stile "Extreme make over home edition" ci immergiamo nel gioco simbolico dell'essere "papà".
Ma che cos'è il gioco simbolico? Per farla breve è il gioco del "far finta di..." e si sviluppa intorno ai 15 mesi per durare sino ai 6 anni ed oltre. Attraverso il gioco simbolico, il bambino è in grado di strutturare al meglio il proprio sviluppo cognitivo, sociale ed affettivo.
Per farla lunga invece vi consiglio di leggere questo articolo esplicativo ed esaustivo sul gioco simbolico.
Ma prima di lasciarvi al nostro foto-racconto nel quale Checco si è immedesimato nell'essere papà, lavando ed accudendo il piccolo Bebè dal nome ancora ignoto, vorrei consigliare a tutti gli anglofoni, perché ahimè non credo esista una versione italiana, un libro a me molto caro scritto da Charlotte Zolotow, dal titolo "William's doll" nel quale si parla di una bambola fortemente voluta da un bambino, dal disappunto del padre nel regalargliene una e della scoperta che non c'è nulla di male nell'interazione tra un bambolotto ed un bambino maschio perché, come dice il libro:

"so that                              "e così

when he's a father               quando diventerà padre
like you,                             come te,
he'll know how to                egli saprà come 
prendersi
take care of his baby           cura del suo bambino,
and feed him                       di sfamarlo
and love him                       di amarlo
and bring him                     e di insegnarli ciò che vuole,
the things he wants,           grazie ad una bambola
like a doll                          con la quale si sarà
so that he can                    esercitato per diventare
practice being                    un padre."
a father. "  
Ed ecco il nostro pomeriggio dedicato alla cura del nostro bambolotto. 















2 commenti:

  1. Risposte
    1. eheheh è perché non siamo abituati a vedere un "papà" così devoto nel dedicarsi al bagnetto di un piccolo bebè! ;)

      Elimina