A pesca di palloncini

Che poi diciamocela tutta, a noi mamme basterebbero anche solo 10 minuti di tranquillità stese sul lettino a prendere il sole, mica chiediamo tanto, giusto il tempo per uniformare l'abbronzatura alla "Ringo" dove le spalle e la schiena sono di un colore accettabile (parlando in termini estivi) vista la posizione che abbiamo da quando i nostri figli hanno iniziato a camminare, stile gobbo di Notre Dame (per intenderci).
Si sa, la spiaggia offre spazi aperti che implementano il desiderio innato di libertà dei più piccoli e tra una corsa, un tuffo e qualche momento statico (evento raro) per realizzare qualche castello di sabbia, noi mamme (e papà) non abbiamo un secondo di pausa, quel secondo per far riposare le antenne sempre dritte che mai abbassano la guardia.
L'attività testata personalmente ieri in spiaggia mi ha permesso di abbronzarmi (un pochino eh, sono sempre una Ringo people) e mi ha concesso di stendermi sul lettino giusto il tempo per riposare la schiena (gli occhi no).
Si tratta della "Pesca dei palloncini" ed ora vi spiego come organizzarla.



Età attività: 24 mesi in su*
Livello difficoltà realizzazione: basso

Materiale occorrente
- Una piscinetta da spiaggia
- Palloncini ad acqua
- Retino
- Secchiello

Come si gioca
Una volta riempita la piscinetta, riempite i palloncini d'acqua (tre per ogni colore) e metteteceli dentro.
Ogni giocatore è munito di un retino e di un secchiello.
Lo scopo del gioco è quello di formare più coppie possibili. Con il retino si pescano i palloncini (due per volta) e si mettono nel proprio secchiello senza mai usare le mani.
Vince chi ha pescato più coppie.
Se volete aumentare la durata del gioco basterà aumentare il numero di palloncini lasciandoli però sempre in numero disparo per colore (es: 5 palloncini rossi così da formare due coppie).




*Variazione per i più piccoli
Anche i più piccoli possono giocare alla pesca dei palloncini, lo scopo sarà quello di accoppiare i colori ma anche di divertirsi nel farli galleggiare e muovere dentro l'acqua. L'attività è adatta dai 12 mesi in su riempiendo la piscinetta con pochissima acqua e sotto sorveglianza continua di un adulto, per tutta la durata dell'attività. In questo caso però non potrete riposare le antenne e la vostra abbronzatura continuerà ad implementarsi solo sulla vostra schiena ;)

0 commenti:

Posta un commento