Giocastorie - Teodoro coltiva i fagioli


Un libro è molto di più di un'avventura, perché oltre a stimolare l'immaginazione e la fantasi, la lettura è in grado di implementare il linguaggio, la creatività e le performance intellettive. 

Così scrivevo qualche tempo fa nel post dedicato al "Gioca Storie", dove vengono raccolte tutte quelle letture che possiamo anche "giocare". 

Una di queste è sicuramente il libro "Teodoro coltiva i fagioli" edito da Escienza che ci permette di imparare a coltivare dei veri fagioli in casa usando solo un po' di terra o, nel mio caso, dell'ovatta.

Grazie a Teodoro abbiamo messo dei fagioli secchi a bagno per tutta la notte e l'indomani li abbiamo disposti in un barattolo sopra a del cotone, con il quale li abbiamo anche ricoperti.
Ogni giorno abbiamo bagnato i semini (mi raccomando né troppa né poca) e li abbiamo messi davanti la finestra a prendere qualche raggio di sole durante le ore giornaliere.



E' stato emozionante vedere che dopo solo un paio di giorni erano già spuntati i "gambini" verdi ai fagioli ed è stato stupefacente scoprire che nei tre giorni successivi erano cresciute lunghe radici.
In nemmeno una settimana sono spuntati i germogli, e quando i sottili rametti verdi hanno superato il vasetto in vetro, li abbiamo travasati in uno più grandi con della terra. 



Travasarli è un'azione molto delicata, vanno infatti spostati con cautela con tutto il cotone, facendo molta attenzione alle radici e agli steli, ecco perché questa procedura è meglio farla fare ad un adulto.





Guarda il video delle fasi de nostri fagioli cliccando QUI

A questo punto continuate giorno dopo giorno a bagnarli e a metterle davanti ad una fonte di luce naturale, tenendoli lontani da fonti di calore artificiali.

Ormai Gina e Pina, i nostri due germogli, crescono forti e rigogliose. Durante il giorno vivono con noi l'ambiente casalingo condiviso con altre piante e di sera, Francesco le porta a dormire con lui, mettendo il vaso sul comodino.
Ricordiamoci sempre che le piante sono esseri viventi e oltre all'acqua hanno bisogno di amore e perché no, di qualche parolina!

Questo libro è il primo di una lunga serie dedicata al tema "MINI ORTO" attraverso il quale scopriremo come il giardinaggio sia uno strumento educativo molto importante capace di insegnare ai bambini non solo il rispetto per la natura ma anche la ciclicità della vita, l'importanza del prendersi cura di un essere vivente e soprattutto di maturare una delle virtù più importanti nella vita di tutti noi: la pazienza



Per saperne di più sul Metodo Montessori legato all'importanza del giardinaggio nei bambini CLICCA QUI.



SEGUI IL PROGETTO SUL NOSTRO INSTAGRAM -> Trovi la cartella "MiniOrto" nelle storie in evidenza, dove potrai seguire passo per passo come nasce una pianta: dalla semina al raccolto.

Il PROGETTO MINI ORTO è condiviso con altre quattro mamme, tutte quante mie care amiche, con le quali abbiamo preso l'impegno di insegnare ai nostri figli il rispetto per la Natura e la cura di essa.

Segui i loro profili su INSTAGRAM e scopri le loro attività!

 Stella Bellomo mamma green
Carlotta Catellani e il suo profilo "Mamma leggiAMO insieme"
Cristina, mamma che propone green food con il suo Good Food Lab
Martina e le sue ricette per piccoli lettori






0 commenti:

Posta un commento