Montessori 2+ anni



I "terribili due" sono arrivati ed oltre ad essere molto impegnativi (saranno la scuola maestra per i terribili tre, quattro e tutti gli anni che verranno) nel bambino inizia una nuova fase di crescita emotiva, sensoriale e motoria
Si sviluppa il gioco simbolico e ci si approccia a tutte quelle attività pratiche di vita quotidiana, capaci di sviluppare le attitudini personali e sociali, pilastri di quelli che un domani saranno donne e uomini.

In questa fase della vita il tempo dedicato al gioco si allunga, il linguaggio si sviluppa appieno e la capacità motorie sono potenziate, ecco perché attraverso attività ludiche è importante supportare questo sviluppo naturale di crescita.

In casa non dovrebbero mai mancare giocattoli attraverso i quali il bambino può sviluppare le emozioni ed il linguaggio come piccole cucine e pentoline, attrezzi da giardino, materiale che riproduce vari mestieri, bauli del travestimento, piccoli registratori, ecc. 
Inoltre tricicli o piccoli scivoli anche da mettere in casa possono essere di grande supporto per sviluppare le capacità motorie che in questo periodo subiscono un vero e proprio boom.

Se fino a qualche mese prima il bambino sperimentava la coordinazione occhio-mano con attività semplici ma di grande supporto per lo sviluppo di della motricità fine, ora le abilità manuali si affinano e le capacità manipolative e costruttive migliorano e permettono di costruire torri, di impilare piccoli cubi, di avere più precisione con i travasi e di divertirsi con i puzzle.



Con questo post vedremo come è facile organizzare ma soprattutto trascorrere del tempo di qualità, proponendo al bambino delle attività divertenti ma soprattutto di supporto ai bisogni naturali che esso manifesta in questo periodo.

È importante che ogni attività venga sempre prima dimostrata dall'adulto e poi seguita per tutta la durata senza interferenze, così da poter lasciar libero il bambino di sperimentare ma anche di sbagliare ed auto-correggersi.

❗️ Ogni attività è ispirata al Metodo Montessori e viene riproposta in chiave contemporanea attraverso l'uso di materiali fai da te o facile da reperire ed accessibile a tutti.




La prima attività che ci portiamo in eredità è sicuramente quella dei TRAVASI, ma in maniera più affinata e complessa mediante l’uso del cucchiaio. In questa età esercitare la motricità fine aiuta anche a migliorare l’impugnatura delle posate e a rendere il bambino nel momento del pasto non solo più autonomo ma anche più pulito! 
Inizialmente (come suggerito da mio figlio 😅 nel video delle stories in evidenza su INSTAGRAM) possiamo far trasferire da un contenitore all’altro tutto il contenuto, e più avanti differenziare il materiale nelle ciotole nel momento del trasferimento, in questo caso i fagioli rossi dagli altri.

TIPS: A proposito di FAGIOLI, con i bambini un pochino più grandi (dai 3 anni in su) possiamo usare quelli fatti in casa attraverso la loro semina! Nelle storie in evidenza trovi il tutorial per seminarli in casa e realizzare un mini orto! Per saperne di più scopri il PROGETTO MINI ORTO cliccando QUI.

INFILA E SFILA
Infilare pasta, perline o altri piccoli oggetti sono funzionali a favorire lo sviluppo psicomotorio del bambino in quanto aiutano ad affinare il movimento delle mani in attività di precisione e a implementare la coordinazione occhio mano, ossia la motricità fine.
Intorno ai 2 anni possiamo dare ai bambini delle perle molto grandi oppure della pasta da infilare su degli scovolini, quest’ultimi capaci di semplificare l’azione perché rimangono rigidi. Più avanti possiamo proporre un laccio per aumentare la difficoltà e realizzare una sorta di schede con colori in sequenza da far ripetere.

LETTERE E NUMERI
Possiamo sin da ora introdurre lettere e numeri ma ricordiamoci sempre di farlo in modo graduale. Questa prima fase servirà solo per far prendere confidenza e iniziare a conoscere l‘ABC. Successivamente possiamo servire su un vassoio una lettera con degli oggetti che la hanno come iniziale oppure organizzare una vera e propria caccia “alla lettera” in casa, attaccando dei post it con scritto ad es. “A” agli oggetti corrispondenti. 
Per i NUMERI invece possiamo fornire degli oggetti (ad es. palline di pongo, noci, ecc.) e aiutare il bambino a dividerli, tanti quanti ne indica il numero! 
➡️Trovi tante idee nella sezione 2+ delle stories INSTAGRAM messe in evidenza oppure guarda il video cliccando QUI.

CARTE DELLE NOMENCALTURE
Le carte tematiche conosciute anche come Flashcards vennero introdotte dalla Dott.ssa Montessori per lo studio della botanica, successivamente il loro uso venne esteso a tutte le altre categorie!
Lo scopo è quello di sviluppare il linguaggio del bambino, implementare il suo vocabolario e raggruppare gli oggetti in aree tematiche!
Requisito principale è quello di usare immagini reali. Attraverso la realtà che lo circonda è possibile mettere in relazione immagini-parole in modo molto semplice usando oggetti che già conosce.
➡️ Segui le storie in evidenza su INSTAGRAM per scoprire come iniziare a proporre le carte sin dai 2 anni e quali attività svolgere.

GIOCO SIMBOLICO
Oggi vi invitiamo a giocare con noi al dottore!
Questa attività sviluppa il linguaggio, arricchendo il vocabolario personale di nuove parole oltre ad essere utilissimo per la crescita psicologica e comportamentale del bambino (per saperne di più leggi il post sul sito che ho dedicato al gioco simbolico).
In questo caso, mio figlio è riuscito a prendere consapevolezza della figura del medico quando si sta poco bene e ad evitare pianti inconsolabili grazie alla consapevolezza di cosa accade quando si va dal dottore!
Per organizzare una piccola valigetta possiamo usare dei vecchi contenitori di medicine (ben lavate e disinfettate) e con del feltro realizzare dei cerotti riutilizzabili e di dimensioni adatte ad ogni bambolotto!
 
➡️ Segui le storie in evidenza oppure guarda il video cliccando QUI per scoprire come realizzare la tua valigetta a costo zero.
Inoltre cliccando QUI trovi il post dove trovi il materiale da scaricare gratis per organizzare una scatola luminosa per le (finte) radiografie.
TIPS: Nella sezione DIY trovi anche il post dedicato all'organizzazione di un piccolo "kit da esploratore".

COSTRUZIONI
La filosofia del pensiero Montessori fonda le sue radici sul fare consapevole, sull’operatività e sulle azioni specifiche per ogni età e per ogni momento dello sviluppo fisico e psicologico. “Il bambino diventa una persona attraverso il lavoro” diceva la dottoressa. Sta a noi fornirgli gli strumenti giusti, proponendo materiali utili, belli e di qualità. Tra questi ci sono sicuramente le costruzioni i legno.
Ma perché proprio il legno? Perché durano nel tempo, sono semplici e naturali, sono sicuri,  facilitano un ambiente accogliente ed armonioso e nel gioco il bambino è parte attiva, senza subire input  visivi o sonori artificiali. Potete scegliere quelle colorate per far prendere al bambino confidenza con i colori, oppure le forme solide, da proporre più avanti, per abituarlo a distinguere forme e pesi differenti.
TIPS: le costruzioni in foto sono le mie di quando ero piccola, risalgono quindi a più di 30 anni fa! Un investimento non solo economico ma sentimentale.

PREPARARE LA MERENDA
Sin da quando aveva 2 anni, Checco si prepara la merenda da solo!
Abbiamo iniziato con lo sbucciare ed il tagliare della frutta morbida usando un coltello a punta tonda per poi passare alla creazione di sandwich multi-strato e alla preparazione di limonate e spremute varie! Attraverso il momento della merenda è possibile aiutare i bambini ad organizzare il tempo e a dosare le quantità più idonee a se stessi in quanto al cibo.
Scegliere cosa, quanto e come mangiare è sicuramente un'attività che rispecchia appieno il significato intrinseco del "aiutiamoli a fare da soli"!
TIPS: Scopri l'approccio Montessori sull'argomento utensili taglienti e bambini cliccando QUI.