Greenmas - Un Natale sostenibile


GREENMAS



come insegnare ai bambini a vivere un Natale etico e sostenibile


Quanti soldi avete preventivato da spendere in regali quest'anno?
Scommetto che quasi tutto il budget poi, sia destinato a render felici i più piccoli di casa, esaudendo ogni singolo desiderio scritto nella letterina. Fino all'ultimo spiccio. Costi quel che costi.
Mi ricordo bene i film di Natale che ero solita guardare da piccola, nei quali il consumismo ne faceva da padrona (vabbè erano i "ricchi" anni ottanta e sono giustificati, dai!). Uno su tutti un film nel quale alcuni genitori per accaparrarsi l'ultimo Turbo-man rimasto in circolazione avrebbero fatto qualsiasi cosa e speso qualsiasi cifra, solo per "rendere felice il proprio figlio. Che poi, ogni film alla fine aveva una bella morale, che sottolineava come ai bambini in fin dei conti importasse di più lo stare insieme e non il regalo di per sé.
Diciamocelo tranquillamente: noi genitori cresciuti negli anni 80/90 siamo più portati a vivere un Natale non propriamente minimilasta. Lo vorremmo, quello sicuramente, ma alla fine, ogni anno ce ne accorgiamo sempre troppo tardi.
All'inizio, quando sono diventata mamma, devo ammettere di essere stata anche io un tantino presa dallo shopping natalizio "new born". Quanti vestitini e giocattoli mi sono ritrovata a dover donare poco dopo averli acquistati perché praticamente inutilizzati da Francesco...
Che poi, oltre alla spesa, il problema è anche l'accumulo di plastica e materiale inutile che abbiamo prodotto durante le feste e con il quale abbiamo contribuito ad inquinare il Pianeta.
Ma la lista degli acquisti non si esaurisce solo ai regali. Ci sono i nastri, le carte per impacchettare i regali, le decorazioni natalizie, i buffet di Natale... insomma, "il Natale quando arriva arriva" ma c'è da aggiungere che si porta via tutta la tredicesima e buona parte dello stipendio.

Ma siamo sicuri che tutto questo ci renda davvero felici?

Quando sono diventata mamma "mi sono lasciata andare anche io allo shopping natalizio new born", certo. Ma soprattutto, quando sono diventata mamma, ho sentito "il peso" dello sguardo di mio figlio. Dal momento in cui i nostri occhi si sono incrociati per la prima volta, in quel gesto ho capito davvero cosa volesse dire "essere genitori". Perché è così, è inevitabile. I bambini ci osservano, sempre, ed imparano a vivere attraverso i nostri gesti quotidiani.
Avere dei figli, ti costringere davvero a pensare a tutto ciò che fai. Ogni piccolo gesto è importante e questa secondo me è la vera responsabilità che un genitore ha nei confronti dei propri figli.
Imitare per i bambini è alla base dell'apprendimento, li aiuta a modellare il loro fare ed il loro essere. Come diceva Maria Montessori:

"Tutto ciò che cade sotto gli occhi, le orecchie, le mani, il naso e la bocca del bambino è cibo per la sua mente e lo assorbe come una spugna per costruirsi come persona. "

Perciò, se anche tu, come me, vuoi essere consapevole di quello che giorno dopo giorno comunichi ai tuoi figlii, e se i valori nei quali credi sono gli stessi nei quali credo anche io (la famiglia qualunque essa sia e il rispetto per se stessi, per il prossimo e per l'ambiente), il Natale è la giusta occasione per rafforzare questo sentimento.
Attraverso questo post, mi concentrerò su come vivere il Natale in modo SOSTENIBILE. 
Sostenibile per le proprie finanze e sostenibile per il Pianeta nel quale viviamo.


NATALE SOSTENIBILE - LA SFIDA

Durante tutto il 2019 (e oltre) avremo modo molteplici volte di trattare argomenti inerenti alla salvaguardia del Pianeta, tema fondamentale del mio blog ma soprattutto della mia vita. Se in questi anni la filosofia alla base del Progetto Mini Factory era incentrato sul riciclo, dal prossimo anno l'ECOSOSTENIBILITÀ sarà la vera protagonista di questo blog. 
Visto comunque che i temi trattati sono comunicati ai genitori ma i veri destinatari sono i bambini, la chiave di lettura sarà sempre leggera, divertente, e mai noiosa. 
Ecco perché, ho deciso di proporre l'argomento sul Natale Etico  attraverso una SFIDA.
Se sei assiduo frequentatore del mio blog, saprai bene che le sfide, sono una chiave comunicativa che mi piace molto, specie quando gli argomenti da trattare hanno un peso importante.
La sfida è un modo per "alleggerire" (ma non sminuire) l'approccio con il quale voglio avvicinare i più piccoli (ma anche i genitori) a determinate tematiche senza renderle troppo seriose e pesanti.

EHI! Se ti sei perso le SFIDE GREEN che ho lanciato in questo blog, sei sempre in tempo per iniziare!

- Qui trovi la SFIDA SENZA PLASTICA - 10 giorni per iniziare a vivere in modo ecosostenibile;
- Qui trovi la SFIDA IEARTHYOU - Piccole azioni quotidiane per salvaguardare il pianeta.
- Se anche per te la salvaguardia del nostro Pianeta è importante allora ti consiglio il blog della mia amica Cristina, foodblogger vegana ma appassionata di tutto ciò che è green ed ecosostenibile. 

Ed è proprio con  Cristina e con la nostra amica Stella che questa SFIDA fa parte di un progetto GREEN a sei mani dedicato ad un Natale Sostenibile ed Etico. SEI PRONTO PER INIZIARE LA TUA SFIDA?


CHE LA SFIDA ABBIA INIZIO


1. FAMIGLIA:


La parola d'ordine per le vacanze di Natale è TEMPO non denaro. Il tempo da dedicare alla famiglia è molto più prezioso di quanto possano valere oggetti materiali. Preparare un Calendario dell'Avvento non Consumistico dedicato ad attività da fare tutti insieme la sera, di ritorno da scuola e da lavoro è un'ottima occasione per rafforzare il legame familiare e creare una routine di Natale da tramandare nel tempo. Segui l'Avvento non consumistico sul mio profilo IG. Ogni giorno ti svelerò un'attività a costo zero dedicata al tempo da trascorrere insieme alla famiglia: 

CLICCA QUI ED INIZIA ANCHE ORA IL TUO AVVENTO NON CONSUMISTICO.


LA SFIDA DI OGGI: Dedica ogni giorno del tempo alla tua famiglia per stare insieme.



2. DECORAZIONI

Partiamo dalle basi delle decorazioni: l'Albero di Natale. In questi giorni sul mio Instagram ho fatto una domanda ai miei follower/amici: 

 "Cosa ti viene in mente se dico Natale Sostenibile?". 

Una delle risposte è stata: l'Albero di Natale VERO. Questa è sicuramente una delle prime opzioni che ci vengono in mente se pensiamo all'ecosostenibilità perché non inquina una volta smaltito. 

Ma siamo sicuri che sia davvero la scelta più giusta?

ALBERO VERO O ALBERO FINTO?

L'Albero di Natale vero è sicuramente la scelta più giusta da fare ma va fatta accuratamente, rispettando determinati criteri, uno su tutti: deve essere a km0. Scegliere significa acquistarlo da un produttore locale. Questa semplice azione ridurrà l'impatto ambientale del trasporto e seguendo i principi della coltivazione biologica eviterà la la distruzione di una foresta perché potrai sceglierlo tra alberi prelevati da una piantagione allestita ad hoc. 
Ma per far sì che questa opzione sia davvero ecosostenibile, dovrete acquistarne uno con le radici così da poterlo ripiantare una volta finite le feste. Se non avete spazio esterno in casa allora riportatelo al produttore ma se potete, piantatelo nel vostro giardino. 
A casa di mia nonna, veglia su tutta la famiglia un abete, ormai enorme, di quando la mia mamma e le mie zie erano bambine. Un abete che è con tutta la famiglia da 50 anni e al quale siamo tutti legati. 

Scegliere un albero di Natale infatti non è solo una filosofia green ma è a supporto della tradizione e del ricordo, che poi sono i fondamenti del Natale, no? 

Quindi l'Albero di Natale VERO è la scelta più giusta da fare solo se rispetta i criteri fino ad ora citati:
• a km 0 per ridurre le emissioni causate dal trasporto; 
• da coltivazioni biologiche per evitare la distruzione di una foresta; 
• con le radici per poterlo ripiantare. 

Qualora però non si avesse la possibilità di acquistarne uno vero perché non vi sono agricoltori specializzati in zona, non si ha lo spazio adeguato per posizionarlo in casa (l'albero vero non deve stare vicino agli spifferi e a fonti di calore come il termosifone) oppure non si passano le vacanze natalizie in casa, rischiando così di rientrare e trovare l'albero morto, allora l'Albero di Natale FINTO può essere la seconda scelta.

Ma anche in questo caso ci sono delle accortezze da prendere ed ora ti spiego quali. Purtroppo quasi tutti gli alberi di Natale sono realizzati con materiali non biodegradabili come il PVC e il metallo. Inoltre la maggior parte di essi proviene dall'Asia e quindi per arrivare nelle nostre case percorrono migliaia di km con relativo impatto ambientale causato dal trasporto. Ma se proprio hai scelto di acquistarne uno finto allora fallo durare almeno 10 anni e comunque il più a lungo possibile.

LA SCELTA CHE NON TI ASPETTI

Ma all'Albero di Natale VERO e all'Albero di Natale FINTO c'è un'alternativa alla quale sicuramente non hai pensato e che è la più creativa e a impatto totalmente zero: sto parlando degli Alberi di Natale sostenibili, riciclabili ed originali: gli Alberi di Natale HANDMADE

Se è davvero l'ecosostenibilità a starci a cuore la nostra scelta sarà sicuramente questa! Ne possono realizzare di ogni genere: da quelli fatti con le bottiglie a quelli con i tappi o con il cartone.

Via Pinterest

Via Pinterest
Ma i più belli in assoluto per me sono quelli di legno. Se scegli di portare a casa un Albero di Legno puoi acquistarne uno oppure puoi realizzarne la tua personalissima creazione, andando a raccogliere rami caduti in terra.

Via frenchbydesignblog.com

Pianetadonne.org

Via Verlocal.com

Sulla mia Bacheca Pinterest, cliccando qui, trovi una selezione di Alberi di Natale Riciclati.


LE DECORAZIONI

Una volta scelto l'albero non ci resta che addobbarlo! Anche in questo caso prova a dire addio alle decorazioni plasticose fatte in serie e tutte uguali e realizzale personalmente. Addobbare l'Albero di Natale (e tutta casa) con decorazioni HANDMADE è la scelta più green che puoi fare. 

Con la Pasta di Sale e la Pasta di Bicarbonato puoi realizzare ninnoli biodegradabili da appendere e che dureranno anni. Puoi anche realizzarli con la Pasta dei Biscotti e consumarli durante le feste. Ma la lista di decorazioni è davvero lunga. Puoi realizzare delle stelle con i rametti oppure degli  uccellini con le mandorle ed anche un festone con le bucce di arancia o dei mandarini.



Guarda tutte le decorazioni che puoi realizzare con le tue mani cliccando qui.

Ma non c'è solo l'albero da decorare ma anche il resto della casa! Ecco allora che le mie amiche Cristina di Good Food Lab Stella ci vengono in aiuto con le loro idee green. Insieme a loro infatti, abbiamo deciso di scrivere questo post, ognuna con il suo stile, per sensibilizzare chi ci legge alla sostenibilità, argomento che sentiamo particolarmente.

Leggi l'articolo con tutte le decorazioni ecosostenibili fatte da Cristina -> le trovi QUI

Scopri come realizzare questa decorazione realizzata da Stella -> clicca QUI

LA SFIDA DI OGGI: Realizza insieme alla tua famiglia le decorazioni di Natale e condividile su Instagram con me! Tagga nelle tue foto e nelle tue stories @laminifactory.


3. REGALI

Dopo aver decorato casa, il secondo pensiero va sicuramente ai Regali di Natale.
Oggi abbiamo già tutto ciò di cui si ha bisogno. Non possiamo far finta di nulla quando leggiamo la letterina che i nostri figli hanno scritto a Babbo Natale. D'altronde il signore barbuto dal vestito rosso ha una vera e propria fabbrica di giocattoli al Polo Nord.
Ho sempre cercato di esaudire i suoi desideri che grazie al cielo non sono mai stati troppo consumistici. Anche ora, a sei anni, le richieste sono ponderate e da me ben accette. Quest'anno ad esempio ha chiesto un microscopio e dei libri sulla scienza e la biologia, oltre a qualche dinosauro.
Sicuramente acquistare prodotti realizzati con materiali sostenibili come il legno è la scelta migliore (ed apprezzatissima dai più piccoli) e se hanno una funzione di supporto all'apprendimento, ancor meglio.

Dei LIBRI e dei giochi che supportino il GIOCO SIMBOLICO non dovrebbero mai mancare sotto l'albero.

Anche REGALI ispirati al Metodo Montessori sono per me successo assicurato tra i bambini.
Trovi qualche spunto qui sotto, diviso per fascia di età:


Infine puoi sempre realizzare delle SCATOLE CREATIVE,  dove all'interno mettere tutto il materiale necessario per realizzare progetti e giochi handmade da fare insieme ai bambini, durante i lunghi pomeriggi invernali. 


Ma c'è un regalo che ha valore inestimabile e che tutti possiamo donare: IL TEMPO.
Il tempo, è un dono che si fa a chi si vuole davvero bene e quello speso meglio è sicuramente con la propria famiglia. In questo percorso dell'Avvento 2018 che stiamo vivendo qui nella Mini Factory ne è il protagonista assoluto ma quest'anno, per fare in modo che non finisca tutto il giorno prima di Natale, ho voluto farmi e farti un regalo.
Uno stampabile contenente dei coupon da utilizzare durante le feste natalizie da regalare ai bambini.
Un regalo prezioso come prezioso sarà il tempo che dedicherete ad esaudire i desideri contenuti nei coupon.


COUPON DI NATALE LA MINI FACTORY

Una volta stampato, ritaglialo ed uniscilo come se fosse un blocchetto. Potrai inoltre conservare la "matrice" di ogni buono, così da avere tra le mani il ricordo di quel tempo trascorso insieme, negli anni a venire.

Ma dopo i regali alla famiglia e ai bambini, ora pensiamo a quelli per gli amici. Se sei alla ricerca di idee ecosostenibili e fatte a mano non perderti quelli realizzati da Stella e Cristina. Tanti spunti ed idee per regalare anche in questo caso il tempo ma sotto forma di gustose sorprese.
Vai sui loro profili ed inizia da subito a creare in REGALI DEL TUO GREENMAS!


LA SFIDA DI OGGI: Stampa il file con i coupon del tempo e regalalo ai tuoi figli per Natale.

Nei prossimi giorni, arriveremo al Natale svelando di volta in volta le alternative green per vivere un Natale Sostenibile.

4. PACCHETTI

5. FOOD

6. CONCLUSIONI